DOLOMIA TENNIS CUP, LA CARICA DEI FRATELLI YMER


I giovani talenti svedesi Elias e Mikael, allenati dall’ex n. 4 al mondo Söderling, tra i protagonisti del Challenger di Cordenons

Domani al via le qualificazioni, la terza wild card federale alla speranza azzurra Andrea Pellegrino 

Il primo, Elias, già lo scorso anno è stato uno dei “pupilli”  del pubblico del campo centrale dell’Eurosporting. Il secondo, Mikael, debutterà nelle qualificazioni della quattordicesima edizione dell’Atp Challenger di Cordenons, anche denominato Internazionali del Friuli Venezia Giulia – Dolomia tennis cup, in programma da sabato 12 a domenica 20 agosto

Sarà proprio il talento (19 anni a settembre) svedese Mikael Ymer uno dei più attesi protagonisti delle fase preliminare del torneo, che si aprirà domani (alle 10). Ymer ha fatto parlare di sé fin da giovanissimo, raggiungendo la finale di Wimbledon (juniores) nel 2015. Un risultato che l’ha convinto a proseguire sulle orme del fratello Elias, che fa parte del tabellone principale, appena due anni più vecchio e già capace di sfiorare la top 100 (118 nel maggio dell’anno scorso) del ranking mondiale. 

Entrambi fanno parte del novero dei migliori under 21 al mondo che a novembre si sfideranno nelle Next Gen Atp Finals di Milano, entrambi hanno un allenatore di eccezione: il connazionale Robin Söderling, balzato alle cronache sportive internazionali per essere stato il primo tennista a sconfiggere Rafa Nadal agli Open di Francia. Successe nel 2009. Un anno dopo, lo svedese ha toccato la sua migliore posizione in carriera: n. 4 al mondo. Nel 2015 il ritiro dalle scene e la decisione di cominciare la carriera di allenatore. 

Intanto, la Federtennis ha comunicato il beneficiario della terza wild card a sua disposizione: dopo Lorenzo Sonego e Gianluca Mager, è toccata ad Andrea Pellegrino, protagonista la scorsa estate di un’incredibile scalata alla classifica mondiale: 115 posizioni guadagnate in pochi mesi. Ora sta ritrovando la forma migliore e l’Atp di Cordenons potrebbe essere l’occasione giusta per tornare a stupire. Di recente a San Benedetto è uscito per mano dello spagnolo Roberto Carballes Baena, da lunedì uno dei possibili terzi incomodi nella sfida per la vittoria finale della Dolomia tennis cup che vede il ventiduenne serbo Laslo Djere, n. 91 del mondo, e il ceco Adam Pavlasek (n. 127) i principali candidati. 

(Ufficio stampa Eurosporting – 11 agosto 2017)
Share

Follow us

 
INFO LIVE
disponibilità
e prenotazione
CAMPI